martedì 18 ottobre, ore 21.00

Domenico WanderlinghÈ colpa mia. Un caso per l’ispettore Anita Landi Omotoso

Martedì 18 ottobre Domenico Wanderlingh presenta “È colpa mia. Un caso per l’ispettore Anita Landi”

Il libro

Indagine in trasferta in Umbria per Anita Landi, ex atleta delle Fiamme Oro diventata ispettore di Polizia per risolvere un dramma che l’ha colpita da vicino: un serial killer sadico e inafferrabile terrorizza Città di Castello.

Chi è davvero Chiara Corsi? Una moglie devota e una madre adorabile? O un’abile manipolatrice che ha seviziato e ucciso i responsabili della morte del marito e del suo bambino?
Chiara viene arrestata in attesa del processo: gli indizi che la inchiodano sono schiaccianti, gli alibi inconsistenti e il movente solido come una roccia. Eppure, con lei in prigione riprendono gli omicidi delle persone coinvolte nella sua disgrazia familiare. C’è un altro assassino in giro? Un giudice di Milano convince l’ispettore Anita Landi a indagare e lei, pur piena di dubbi, decide di accettare per due ragioni precise: vuole capire se rimanere in Polizia o mollare il distintivo, e l’inchiesta la intriga molto.
Anita vuole evitare nuove morti e placare la propria sete di verità. Per farlo si trasferisce a Città di Castello (dove ha sempre vissuto Chiara Corsi), accompagnata dall’incubo di trovarsi incastrata in uno strano parallelismo con una donna dalla storia simile alla sua: i sogni infranti, la famiglia distrutta e il futuro incerto.
Non sarà facile districarsi tra amici innocentisti e protettivi, intrighi di palazzo e false piste, ma alla fine Anita getterà luce sul caso, svelando un segreto sepolto da anni.

L'autore

Domenico Wanderlingh è nato a Palermo ma vive tra Milano e Città di Castello.
Lavora per una società di gestione del risparmio. Dopo aver autopubblicato due romanzi e un’antologia di racconti molto apprezzati sulla Rete, ha esordito in libreria con la serie dedicata alle indagini dell’ispettore Anita Landi.